Compleanno con vista

Non ho mai festeggiato volentieri i compleanni. Non solo perché gli anni passano e a me sembra sempre di stare indietro rispetto agli altri ma perché non amo essere protagonista, vivo sempre molto low profile, non voglio imbarazzare amici, conoscenti con inviti che poi portano comunque a dover fare un regalo e così via. Se non fosse che una cara amica dagli inizi di giugno comincia a martellarmi con cosa si fa per il tuo compleanno, io lascerei passare così come lascio correre il Natale e il Capodanno. Non potendo allontanarmi da Firenze fino all’8 agosto pe rimpegni vari, ho deciso che quella serata la passerò a degustare ottimi vini, come sempre, al God save the wine che proprio giovedì 17 Luglio sarà su una delle terrazze più grandi e più belle di Firenze, questa.

SAMSUNG

Il Grand Hotel Baglioni  ospiterà la rassegna com musica, cibo e ottimi vini naturalmente ad iniziare dal mio champagne che questa volta sarà Thienot (Reims, Fr).

Se volete essere dei nostri sappiate che il biglietto d’ingresso 25 euro, tutti gli assaggi, cena completa a buffet e musica fino alla mezzanotte.

Info e prenotazioni scrivendo a info@firenzespettacolo.it
Grand Hotel Baglioni
Piazza Unità Italiana 6, Firenze Italia
Tel: +39.055.23580
Fax: +39.055.23588895

Lista vini

Champagne Thienot (Reims, Fr)
Thienot brut
Thienot brut Rose
Thienot Brut Vintage 2005

Cantine della Volta (Bomporto, MO)
“LABASE” – CHARDONNAY EMILIA IGT vendemmia 2013
Lambrusco di Modena Spumante Dop brut , vendemmia 2010
Lambrusco Rosè di Modena spumante Doc brut, vendemmia 2010
Lambrusco di Sorbara Dop “RIMOSSO”, vendemmia 2012
Vino Bianco Spumante “IL MATTAGLIO” Dosaggio Zero – s.a.

Cantine Dei (Montepulciano, SI)
MARTIENA IGT Bianco 2013 Malvasia e Grechetto
ROSSO DI MONTEPULCIANO DOC 2012
NOBILE DI MONTEPULCIANO DOCG 2011

Castelli del Grevepesa (Mercatale, SI)
BIANCO IGT 2013
MORELLINO SOLATRO 2013
CHIANTI CLASSICO CLEMENTE VII 2011
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE LAMOLE 2010
VINSANTO DEL CHIANTI CLASSICO CLEMENTE VII

Melini (Poggibonsi, Radda, SI)
Chianti Governo all’Uso Toscano 2011
S.Lorenzo Chianti 2013
La Selvanella Chianti Classico Riserva 2010
Vin Santo del Chianti Classico Occhio di Pernice 1998
Le Grillaie Vernaccia di S.Gimignano 2013

Il Molino di Grace (Panzano in Chianti, FI)
Chianti Classico DOCG 2011
Chianti Classico Riserva DOCG 2008
Gratius IGT Toscana 2008

Fattoria Varramista (Montopoli V.no, PI)
Varramista Igt Toscana 2008 Syrah
Frasca Igt Toscana 2011
Marruchetone Rosso 2011
Marruchetone bianco 2012 Vermentino

Tenuta Villa Barberino (San Casciano Val di PEsa, FI)
Chianti Classico Nunzi Conti DOCG 2012

Castello Monterinaldi (Radda in Chianti, SI)
Chianti Classico Castello di Monterinaldi 2011
Chianti Cl. Riserva Castello Monterinaldi 2009
Gotto di Gottifredo IGT Toscana 2012
Rosè Castello Monterinaldi 2013

Le Monde (Prata di Pordenone, PN)
Pinot Grigio 2013 Friuli Grave DOC
Pinot Bianco 2013 Friuli Grave DOC
Friulano 2013 Friuli Grave DOC
Riserva “Inaco” 2009 Refosco dal Peduncolo Rosso

Distilleria Bonollo (Mestrino, PD)
Grappa OF Amarone Barrique
Amaro Of
Grappa OF Prosecco

San Leonino & Tre Rose (Castellina in Chianti e Montepulciano, SI)
Chianti Classico San Leonino 2012
Monsenese Chianti Classico Riserva 2010
Vino Nobile di Montepulciano DOCG 2010
Busillis Toscana Igt Bianco Viogner 2012

Bionike resort: preparare la pelle al sole

BR_Sala_AttesaForse molte di voi saranno già andate al mare ma il segreto per avere un’abbronzatura perfetta è quella di preparare la propria pelle all’esposizione solare con un scrub purificante e specifici trattamenti corpo e viso, è il consiglio che ci danno le esperte del Bionike Resort.

Lo scrub, in particolare, svolge un ruolo fondamentale poiché stimola e rinnova il turnover cellulare donando alla pelle luminosità oltre ad una abbronzatura prolungata ed uniforme.

Bionike Resort ha creato “Velour soft” un trattamento specifico corpo. Manualità rilassanti e leggere frizioni create per levigare e rigenerare la pelle del corpo renderanno la pelle rigenerata e irresistibilmente vellutata grazie ad un prezioso mix di olio e attivi come l’olio di joioba elasticizzante, olio di mandorle dolci emolliente, aloe vera, burro di karite’, vitamina E potente antiossidante, frazioni di scrub con microsfere di glucomannano e polvere di semi di andiroba( proprietà anti-infiammatorie).
Anche la doccia solare di ultima generazione ad “alta pressione” di Bionike Resort, può essere un valido aiuto per preparare la pelle ad una abbronzatura perfetta e ridurre il rischio di scottature solari.

BR_Suite_ZAFFIRO BR_Sala_Massaggio

Ma quali sono i consigli per una corretta esposizione ai raggi solari?

Lo chiediamo alla Dottoressa Laura Pecis, Responsabile della Direzione Tecnico Scientifica Bionike.
“I ritmi e le abitudini della vita moderna ci portano ad esporci al sole in maniera intensa, in determinati periodi dell’anno e non in modo graduale come invece dovrebbe avvenire.” – dichiara la Dottoressa Pecis. “In queste condizioni è importante adottare corrette regole comportamentali, aumentando le difese della pelle, anche utilizzando prodotti adatti. Dobbiamo imparare ad abituare gradualmente la pelle al sole; applicare abbondantemente una crema protettiva adatta al nostro tipo di pelle; evitare l’esposizione nelle ore più calde della giornata e bere frequentemente per evitare disidratazione e prevenire colpi di sole; infine dobbiamo imparare ad utilizzare prodotti doposole per lenire e idratare la pelle dopo ogni esposizione.”

Con questi utili consigli siamo davvero pronti ad abbronzarsi sempre con protezione alta, mi raccomando! Buon abbronzatura a tutti!

Bionike Resort
Via Vismara, 75 – 20024 Garbagnate Milanese
Tel. 02.99027051
Facebook Bionike Resort

Aperitivo con vista

Tags

,

foto 2Io adoro le terrazze, forse perché non ce l’ho, forse perché ho sempre avuto questa immagine: terrazza uguale cene con amici, piante e fiori da curare, un piccolo orto in cassetta, un bicchiere di vino da godere al tramonto.

Non avendo niente di tutto ciò non posso mancare a quegli eventi dove l’aperitivo viene servito in terrazza. Ieri sera al Grand Hotel Minerva è stata l’occasione di vedere e rivedere vecchie conoscenze blogger, di farne altre e di provare il nuovo aperitivo.

Non capita tutti i giorni di sorseggiare un drink al tramonto con la vista più bella del mondo.

Come accadde lo scorso anno ci hanno fatto “pescare” un cocktail, ma io questa volta sono andata sul classico prosecco e bicchiere di vino. Poi sono usciti come per magia tanti piccoli assaggini, tapas, infatti l’evento della serata era chiamato #time4tapas.

foto 2 (2)

foto 4 (2)Assaggi diversi: di pesce, ma anche mousse al tartufo con crostino, bresaola con caprino, mostarda e cruditè etc. e poi per finire in bellezza due tipi di dolci al bicchiere, io non ho resistito e ho compensato con un bel e buon tiramisù!

2014-07-01 21.23.11Non subito però, prima siamo rimasti incantati dal sole che ci diceva arrivederci a domani

foto 5

L’aperitivo del Grand Hotel Minerva è a tutti gli effetti un aperitivo a 360 gradi, non a caso si chiama 360, Three-Sixty, la nuova terrazza che si va ad aggiungere al Pool & Solarium Terrace e Chiostri Terrace.

La terrazza con piscina è sempre ad uso esclusivo degli ospiti dell’hotel fino alle 18,30. Dopodiché tutte le sere dalle 18:30 alle 21:00 è tempo di aperitivo o meglio It’s “Time for Tapas”, come abbiamo fatto noi.
Si può stare seduti ai tavoli della Chiostri Terrace o rilassati sui lettini della Pool & Solarium Terrace mentre si sorseggia il nostro drink.

Il prezzo medio di un aperitivo o un cocktail pre-dinner è di 12 €.

Se si desidera si può accompgnarlo con un mini vassoio di tapas a € 5,00. Ogni giorno lo chef Sandro Pedica offre tapas diverse per una combinazione di sapori da abbinare al proprio aperitivo preferito.

Infatti se decidete di fare un aperitivo due o più volte nella stessa settimana le tapas saranno sempre diverse così da poter gustare sempre nuovi sapori.

Come avete capito non è il solito aperitivo a buffet dove si fa a gara per accaparrarci un pezzetto di pizza, ma un aperitivo pre serata, magari un drink con un amica che non si vede da tempo o come ottimo inizio per  una nuova conoscenza.

 

Un’altra terrazza nel cuore

Tags

,

Immagine

Ecco un’altra meraviglios aterrazza dalla quale si può godere di un’altra angolazione di Firenze. L’hotel è il bellissimo, chicchissimo (senza essere spocchioso) e si chiama Hotel Plaza Lucchesi.Si trova alla fine dei Lungarni, passato il Ponte Vecchio e la biblioteca Nazionale. Da poco ha aperto la terrazza e io ho avuto il piacere di essere tra i primi a vederla, anche perchè per adesso è aperta solo ai clienti dell’hotel.

ImmagineImmagine

La terrazza ha una bello spazio dedicato al bar con tavolini e divani, ma la bellezza vera è la piscina che sovrasta il Duomo, il fianco di Santa Croce, le colline di Fiesole e Settignano e ovviamente la collina del Monte alle Croci, Villa Bardini e Piazzale Michelangelo.

ImmagineUn’altra terrazza da tenere d’occhio. Se volete sapere cosa ci sono venuta a fare? Scopritelo tra un pò, qui

Penso, io penso

Mi sono presa un pò di tempo per valutare alcune situazioni che mi si presentaranno da qui agli inizi di Agosto.

Tantissime cose da fare e io sono già stanca adesso, prima di entrare nello stress mood. 

Articoli da scrivere, clienti, relax, corsa, già la corsa. I

l clima non aiuta certo e con questo caldo umido è quasi impossibile, almeno per me, fare i chilometri che facevo in inverno.

Non ce la faccio proprio. Le gambe sono come due macigni che si spostano a forza, o meglio inerzia.

Certo è, che occorre muoversi,  altrimenti tutto il lavoro fatto nei mesi scorsi va a farsi benedire, quindi non mollo, arranco ma non mollo.

Cerco di correre quel tanto che posso alle Cascine, nelle zone più ombreggiate insieme ad altri zombie che trasudano da tutte le parti. Ogni tanto ci lanciamo occhiate che vogliono dire molto machicelofafare, vogliolinvernonow, acquadatemidell’acqua e altro.

Io cerco invece di non pensarci.

Vado diritta come un fuso verso la meta che ogni tanto è un albero, un palo, un cespuglio, una panchina poi torno indietro, saltello, ogni tanto faccio stretching alle braccia e poi penso, penso talmente tanto che ho paura che da un momento all’altro i pensieri possono fuoriuscire dalla calotta cranica ed esplodere in tante letterine scomposte.

Direte ma a che pensi quando corri? Penso a chi non c’è più, a chi c’è ancora, a chi vorrei che ci fosse ma… canticchio le canzoni che fuoriescono dalla mia radio preferita, penso ai programmi della settimana, a quello che devo fare e quello che non posso fare.

Ho sempre pensato tanto, troppo.

Se avessi pensato meno e agito di più forse non sarei qui ma da altre parti o forse sarei qui ma in veste diversa.

Una volta tanti anni fa un mio amico con lo stesso problema mi disse che era impossibile smettere di pensare, perchè nello stesso momento in cui tu decidi di non pensare, pensi ugualmente.

Un cane che si morde la coda, insomma. Però Cartesio o meglio Descartes aveva ragione Cogito ergo sum, penso, dunque sono

 

Fiera enogastronomica di beneficenza Yelp

yelp_logo

Il giorno 15 Luglio si terrà la seconda Fiera Enogastronomica di Beneficenza Yelp al giardino dell’Orticoltura e sono benvenuti sponsor enogastronomici e media sponsor.

In allegato troverete tutte le informazioni per partecipare. Se ci fossero all’ascolto produttori di vino, formaggi, salumi e altro che vorrebbero farsi conoscere, questa è l’occasione giusta anche perché parteciperanno blogger e stampa Presentazione Fiera Enogastronomica di Beneficenza Yelp

La grande settimana di Firenze

Una serie di eventi accenderà (è proprio il caso di dirlo) Firenze, da stasera fino alla fine di Pitti Immagine, giovedì.

Non andrò a nessuna festa, nessuna passeggiata in centro e sopratutto non andrò a vedere la nuova illuminazione con spettacolo al Ponte Vecchio grazie allo stilista fiorentino Stefano Ricci che ha donato il tutto.

Non ci andrò perché ci sarà una bolgia infernale, perché il Ponte Santa Trinita sarà chiuso per permettere a pochi fortunati di mangiare sul ponte e godersi lo spettacolo in pole position e perchè i lungarni saranno chiusi, credo, dalle 18 in poi se non prima.

Si incomincerà alle 22 con uno spettacolo pirotecnico della compagnia francese Ilotopie che accenderanno di luci il fiume Arno dal ponte Vecchio al ponte Santa Trinita. Per poi alle 23 il cantante Andrea Bocelli accenderà il Ponte Vecchiod ando l’inizio alla celebrazione. Prima avrà cantato con il coro del Maggio al nuovo teatro dell’Opera alle Cascine.

Poi domani inizierà Pitti uomo con il suo circo di sfilate private, feste inaccessibili e quelle aperte a tutti sponsorizzate dai PR locali in cui basta mettersi in lista.

Sarà che forse sto invecchiando ma non riesco più ad andare a questi eventi in cui si deve urlare per farci capire e sgomitare per un bicchiere di prosecco, grazie ma il prosecco me lo godo a modo mio, in tranquillità.

E dopo la fine della kermesse di Pitti immagine la prossima settimana, il 24 giugno, Giornata del Santo Patrono fiorentino, Sam Giovanni, oltre ai leggendari fochi , pare debba aprire anche il Museo del Novecento in Piazza della Stazione, dopo il rinvio della fine di Aprile.

Staremo a vedere, per il momento io non vedo l’ora che arrivi il prossimo fine settimana dove finalmente andrò al mare!

 

 

L’ospedale di Careggi compie 100 anni: un anno di eventi

Tags

,

Non sapevo che il nostro policlinico universitario di Careggi ha un secolo di vita. La prima pietra fu posata il 5 luglio 1914.

L’ospedale di Careggi non vuole celebrare in un solo giorno ma ha in serbo tanti grandi avvenimenti durante tutto l’anno. Si parte in estate per finire nell’inverno prossimo.

Il logo dell’evento, che ha già fatto discutere su FB, è dell’artista Cinzia Fiaschi  che nei colori ha voluto esprimere tutta la poliedricità dell’ospedale. A me non dispiace, è pieno di colori segno anche di tanta speranza che quando si varca la soglia di un nosocomio bisogna avere.

10463032_714993231894696_526338057287293298_n

Il 5 Luglio nell’aula magna dell’ospedale ci sarà una lectio magistralis di un fiorentino doc, il nostro Carlo Conti che parlerà di sogno ( ce n’è bisogno) che terminerà con un quiz alle personalità presenti. Però i festeggiamenti sono iniziati prima.

Il 5 giugno c’è stata la conferenza stampa e il 16 giugno ci sarà la prima posa della pietra che verrà nascere l‘asilo nido aziendale dedicato alla memoria di Laura Cavina.

Sempre nella giornata del 5 Luglio dopo la lectio magistralis di Conti ci sarà l’open day rivolto ai cittadini che potranno liberamente accedere ai dipartimenti e agli ambulatori, così come performance, mostre, esibizioni dell’unità cinofila della GDF, le fontane danzanti, musica rock e altro.

Il 6 luglio un evento importante sarà l’inaugurazione di cardiochirurgia e poi un concerto di pianoforte il 21 agosto, mentre il 28 settembre tutti a correre al Corri la vita, da non perdere!

Si susseguono diversi eventi che potete trovare qui.

Un anno di eventi insomma che ci permetteranno di conoscere Careggi anche in altre vesti!

 

Finisce Firenze Corre

10420268_364556030359580_3459580696955247932_nIeri sera ultimo appuntamento con Firenze Corre, l’allenamento di gruppo che ha visto tanti runners, camminatori e nordic walkers assieme per le strade di Firenze.

Abbiamo iniziato a Ottobre in una Firenze ancora tiepida, poi ci siamo addentrati nel freddo e piovoso (alcune volte) inverno per poi ricomparire in belle serate di primavera. Non sapevo cosa aspettarmi da questa manifestazione fatto sta che ogni mercoledì sera l’appuntamento era fisso o quasi.

Nelle ultime settimane è stato più difficile esserci per una serie di impegni, anche ieri sera purtroppo non sono potuta andare all’ultimo allenamento: troppo caldo, tendinite al tallone e indisposizione mi hanno fatto fare un passo indietro.  Peccato maio ho scoperto che do il meglio di me quando fa freddo, non so davvero come affrontare la corsa in questi mesi estivi!

Una bella esperienza, quella di Firenze corre,  anche se ci sono alcuni punti forse da rivedere e sono sicura che gli organizzatori ascoltando i partecipanti, leggendo i loro commenti su Fb o twitter sapranno farne uso per l’edizione 2014/2015.

Io ho fatto sempre la camminata veloce ma mi sarebbe piaciuto correre se ci fosse stato un tempo al di sopra dei 6,30′. Non tutti hanno lo stesso passo, speriamo che il prossimo ottobre lo introduchino.

La camminata veloce è davvero veloce e io, o non ho capito il metodo oppure pur non andando piano non vado mai del loro passo, e va a finire che c’è sempre un gruppo in testa, tre o quattro al centro (come la sottoscritta) e un altro gruppone in fondo! Molto spesso invece che camminare veloce correvo del mio passo.

Adesso non bisogna fare altro che apsettare che l’afa dell’estate passi e tornare ad essere pimpanti per la nuova stagione!

 

 

Comprare un costume, che fatica!

HM-sceglie-le-sensuali-forme-di-una-modella-curvy-per-il-lancio-dei-nuovi-costumi-300x225

Costume HM

Una settimana fa mi sono decisa a comprare non uno, ma ben due costumi da bagno. Per la verità alla fine sono tre, perché uno è double face, ma lasciamo perdere, non è questo il punto. Il punto è, come ha fatto notare la mia twin di Roma, che i negozi tipo Golden point -dove peraltro ho trovato i miei costumi – Tezenis, Calzedonia e affini hanno tutti bikini per teenager e altri negozi hanno costumi per signore agée.

Il problema è che nessuno ha un costume per donne dalle forme mediterranee, morbide per così dire da non farle sentire imbarazzate più di quanto non lo siamo già. Già da diverse settimane non c’è TG o rotocalco che non faccia un servizio sulla temuta prova costume come se non ci fosse altro da pensare al giorno d’oggi.

E poi l’annosa questione: bikini o costume intero? Perché se si pensa che il costume intero possa nascondere delle imperfezioni si sbaglia di grosso, quindi forse è meglio un bikini e che le imperfezioni si vedano, porca miseria!

Altro problema è che molti bikini hanno il reggiseno imbottito, ehm forse non glielo hanno detto ma in Italia la maggior parte di noi è come dire, generosa anche in quel punto li ed è assolutamente inutile mettersi l’imbottitura.

Quindi la prima richiesta che faccio alla commessa è, un reggiseno senza imbottitura. Si guarda intorno e effettivamente non è che ce ne siano tanti.

Preferenza di colore?

E’ tanto se riusciamo a trovare un costume della mia misura lievitata ma che cerca di contenersi grazie a estenuanti corse lungo l’Arno e lei mi viene a chiedere del colore, machissenefrega!

Ne tira fuori uno e poi un altro che non ha in mostra ma in magazzino, si mette male, penso io.

Poi mi porta da un’altra parte e noto subito un bikini che mi piace da morire in sangallo blu, ma forse andava benissimo per l’altra vita non per questa, incurante della vocina che mi diceva machetelopriviafa, prendo anche questo.

La ragazza, gentilissima per carità, e prodiga di aiuti me ne porta un altro che ha il ferretto sotto il seno, altra cosa che odio. Lo riguardo, lo guardo e lei mi dice che il ferretto non si sente e che è solo per sostegno e che se mi sta bene è come se avessi preso due bikini visto che sono double face, appunto, una parte azzurra e l’altra blu.

Prendo anche questo e mi barrico nell’angusto camerino con specchio che quasi ti viene addosso.

Li provi che poi voglio vedere come gli stanno, fa la ragazza. No, che non mi faccio vedere, sono una forthysomething e di giudizio basta il mio e avanza.

Uno strazio, penso io, ma ha ragione il bikini con il ferretto non si sente e pare contenere tutto il contenibile, quindi ok lo prendo, anche l’altro, verde (colore più che mai azzeccato visto il significato), viene via con me. Il classico bikini a triangolo; purtroppo il tempo delle compere dei bikini di tutte le fogge fa parte di un’altra età, di altri tempi e di altre necessità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 510 other followers