Marilyn Monroe al Museo Salvatore Ferragamo in Florence

il

I chose this picture because she is pictured in a relaxing moment. She was the most photographed women of Hollywood. The museum Ferragamo in Florence gave honor to this icon with photographs, video, and movie trailers, of her most famous.

She is an icon, as I said, everyone loves her, the movies she made, the lovers she had and above all the controversy on her death, at an early age, just 36.

The exhibition is fabulous, there is no others word. Not only the hundreds of pictures of her, practically her life in picture but also the stunning shoes Ferragamo made for her and the amazing collection of the dresses she wore in her movies.

There are two things which made me feel emotional. Her face was of a perfect beauty for that time, she played comedies but also dramas, and she could turned her face into a smiling one but also in a dramatic one, and the other one was a poem written by Pier Paolo Pasolini after her death. It was a sad tribute to an amazing actress but above all, to a very complicated and unlucky woman.

Ho scelto questa foto perché  Marylin é ritratta in privato con un semplice golfino rosa ed il suo immancabile eye liner nero.  Il museo Ferragamo di Firenze onora questa grande icona degli anni cinquanta con una mostra nel suo museo. Il museo illustra la vita dell’attrice attraverso centinaia di fotografia in bianco e nero (pochissime a colori), trailers di film, video di una vita complicata, ma costellata di molti successi ed incontri che hanno cambiato e alcune volte tragicamente, la vita della grande icona.

Non solo foto ma anche scarpe disegnate e fatte da Salvatore Ferragamo che sono di un’attualità pazzesca, insieme agli abiti indossati dall’attrice nei suoi film più famosi, da Come sposare un milionario, agli Uomini preferiscono le bionde, a  Qualcuno piace caldo o uno dei miei film preferiti, Quando la moglie è in vacanza.

Due cose mi hanno emozionato. Il suo volto così versatile: passava dai ruoili comici delle commedie ai ruoli drammatici di Gli spostati o Niagara.  Altra cosa che non sapevo é che Pier Paolo Pasolini dedicò dopo la morte dell’attrice una poesia. Intensa, drammatica: un elogio di questa grande icona, attrice, ma sopratutto una donna complicata e molto sfortunata e forse anche per questo un mito!

La mostra dal 20 giugno 2012 al 28 gennaio 2013 al Museo Salvatore Ferragamo a Firenze.

Mostra a cura di Stefania Ricci e Sergio Risaliti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...