Un sabato a Firenze

il

Firenze si è svegliata con il sole, poi il sole ha deciso di prendersi una pausa per poi tornare nel pomeriggio, giusto in tempo per farci ammirare Firenze dall’alto della Torre d’Arnolfo, ma andiamo per gradi. In mattinata dovevo vedermi con un’amica e ci siamo date appuntamento al luogo tanto caro ai fiorentini per la colazione, Giorgio. La pasticceria Giorgio è un’istituzione a Firenze e per me ha un valore doppio, giacché è proprio nel quartiere dove sono cresciuta, dove sono andata a scuola fino alle medie e dove tuttora vivo.

ImmagineQuando ero una ragazzina, sognavo di poter entrare nella comitiva o come si diceva allora, nella compagnia, dove ragazzini vestiti all’ultima moda sostavano ore e ore davanti a questo luogo del peccato. Giorgio è una delle più buone pasticcerie di Firenze, poi diventata anche ristorante che si trova a Soffiano.

Quello che rende così speciale questo posto (per me esistono solo il loro millefoglie e quello di Fauchon a Parigi) è la loro mitica e pluri premiata Schiacciata alla fiorentina, un dolce che si fa tipicamente a Carnevale.

Sabato mattina, con il cappuccino, non abbiamo resistito, una bella fetta di schiacciata ci stava proprio bene.

Immagine

Fermarsi da Giorgio il sabato mattina o la domenica è un rito cui gli abitanti di Monticelli, Soffiano e Legnaia non si possono sottrarre anche perché davanti a un dolcetto e a un buon caffè è più facile scambiarsi opinioni, confidenze, raccontarsi della settimana appena passata e di quelle che devono venire o come nel nostro caso, mettere a puntino i dettagli del viaggio quasi imminente.

Dopo colazione, giusto il tempo di un pranzetto veloce, di una sbirciatina alle e mail e poi ripartire per Piazza della Signoria dove tutta la crew di Yelp Firenze mi aspettava. Un po’ indispettiti dal sole che non si voleva palesare siamo entrati tutti in Palazzo Vecchio dove c’era un gran bel movimento. Immaginatevi perché? Sì, giusto, per il Renzi che poi non era a Palazzo ma rinchiuso in un hotel fiorentino. Si salgono le prime due rampe di scale e si comincia già ad accusare la stanchezza, ma poi all’altezza della sala dei Gigli la ragazza ci chiede il biglietto per salire sulla Torre a gruppi di sette. Sembravamo in gita scolastica!

Entrata torre di Arnolfo
Entrata torre di Arnolfo

Non fatevi impressionare dai 222 scalini, davvero, sono molto fattibili e ogni tanto, è possibile soffermarsi per riprendere fiato. Sconsiglio comunque di farlo in estate. Il primo stop è il camminamento di ronda, ma voi continuate, lo vedrete dopo. Il bello deve ancora arrivare!

ImmagineChe vi dovrei dire della vista? Le foto parlare da sole. Si ha una vista tutto tondo su Firenze, sui famosi terrazzini (non vi immaginate quanti ce ne sono!) che a me piacciono tanto e sulle colline intorno. Si distinguono Fiesole e Settignano, e poi Piazza Michelangelo e San Miniato al Monte, il Forte Belvedere e Villa Bardini e poi Palazzo Pitti e i giardini di Boboli per non parlare di tutti i monumenti!

DSCN1456 DSCN1457 DSCN1451

DSCN1459 DSCN1465 DSCN1466 DSCN1467

Camminamento di Ronda

Ma io come sempre quando mi trovo in Piazza della Signoria vengo catalizzata da lui

DSCN1444

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...