Supper Club ovvero una cena per farli conoscere

Scena I
Interno notte in un non precisato luogo a due passi da Piazzale Donatello – Firenze
foto 1

Due donne, incerte sui tacchi, cercano il luogo fissato per una cena al buio.
Sconosciuti che ceneranno insieme in una location segreta.
Detta così si avvicina molto alla sceneggiatura di un film di Avati o di Ozpetek o ad una piéce teatrale, ma qui non siamo in un film, è la realtà che due coraggiosi e simpaticissimi amici hanno messo su a Firenze, una città meravigliosa ma povera di rapporti interpersonali.

foto 4 (2)
Una città chiusa, una città che non si apre con chi viene da fuori tantomeno con chi la vive. Una città alcune volte ottusa e vissuta tutta tra le mura di casa, tra le mura di un ristorante e tra le strettissime e invalicabili cerchie di amicizia.
Ci accolgono subito Matteo e Arianna e ci mettono subito a nostro agio. Matteo è uno chef giovane ma con moltissimi anni d’esperienza all’estero tra cui gli ultimi cinque anni trascorsi in Olanda, per poi tornare a casa, perché si deve tornare e fare qualcosa nel nostro paese, è dove siamo nati e cresciuti e dove abbiamo il diritto di lavorare e costruire la nostra vita. E’ vero, andate all’estero a formarvi a fare esperienza ma poi tornate, ragazzi, abbiamo bisogno di voi.

foto 3  foto 4
Questa realtà delle supper club è una realtà ben nota a NY e a Milano e la formula è davvero molto carina. Ogni volta la location è diversa: può essere un appartamento particolarmente adatto a organizzare cene, un loft, un esercizio commerciale, come un negozio, un parrucchiere oppure uno studio, una villa, un giardino. Loro portano la loro cucina se la location non ne è provvista e così Matteo con cose semplici e genuine riesce a fare il miracolo di cucinare anche per venti persone.
Arianna è la supervisora, aiutante, un frullino che gira tra i tavoli e parla con tutti.
A poco poco arrivano gli altri e l’imbarazzo iniziale si scioglie subito, in fondo è così facile fare amicizia! Anche i lavori di ognuno di noi potrebbero essere quelli dei personaggi dei film di Avati o Ozpetek: c’è l’infermiera, la restauratrice, chi lavora in banca, chi in una casa di moda, chi è architetto etc..
Tra tutti noi, un ospite a sopresa. Agli sceneggiatori piacciono sempre gli ospiti a sorpresa.
Molto affabile, simpatico che prima di metterci a tavola ci spiega chi è.

Psicologo, psicoterapeuta che attraverso delle carte (ma non chiamatelo cartomante, vi assicuro che la lettura delle carte c’entra ben poco con quello che ha fatto) ci spiega il proprio presente e ci aiuta a percorrere una delle strade che vogliamo o abbiamo il desiderio di percorrere.
All’inizio lo guardavamo molto di traverso, poi ci siamo fatte prendere dalla voglia, forse, di raccontare ad uno sconosciuto cosa ci affliggeva e credetemi, quello che ne è uscito dopo, piacerebbe , e se piacerebbe, agli sceneggiatori di Avati o Ozpetek!
La cena scorreva con risate, ci raccontavamo a degli sconosciuti chi eravamo, cosa facevamo e intanto i piatti di Matteo scorrevano davanti a noi. Ottimi, semplici ma con una punta di ricercatezza che ci ha fatto apprezzare ancora di più la serata. Intanto una dietro l’altra andavamo nella stanzina allestita dallo psicoterapeuta.
L’ospite a sorpresa ha fatto tutti quei colloqui con donne (come al solite le problematiche più grandi le abbiamo noi) che erano lì a raccontare parti di loro, paure, sogni. Tutto ciò verrà trasferito in un libro, il suo, insieme alle nostre riflessioni. Ci ha dato una data entro la quale tutte noi abbiamo un compito da assolvere.
Il finale del film
Esterno giorno, inizi di Novembre. Le protagoniste hanno fatto i loro compiti, adesso forse potranno vivere la loro vita con più serenità e perché no, anche con qualche gioia in più.

Informazioni:
Il supper club è un evento creato da Cuisine collectif. Per informazioni sulle prossime date cuisinecollectif@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...