Body Worlds: un inno alla vita

il

Un inno alla vita più che il contrario. Body worlds ha avuto 40 milioni di visitatori in tutto il mondo e polemiche varie, come al solito.  La mostra ha aperto i battenti il 25 novembre nella chiesa di Santo Stefano al pane a due passi dal Ponte Vecchio. Ideata dall’anatomopatologo tedesco Gunther von Hagens ci avvicina alla scoperta del nostro corpo, una macchina perfetta che se non la si cura si finisce con il danneggiare i milioni di ingranaggi che fanno funzionare il nostro corpo.

Lo hanno definito il “novello Frankestein” ma qui non si tratta di creare mostri. Il medico e scienziato ha solo inventato una tecnica, chiamata plastinazione per far sì che i corpi prima della decomposizione possono essere plasmati come creta per farci delle opere d’arte ed è quello che sono.

Non fa per niente impressione, anzi pensare a quelle persone di cui non si sa niente e che hanno regalato i loro corpi alla plastinazione mi ha fatto raggiungere una certa calma ed una visione diversa della morte.

Come dicevo all’inizio, per me la mostra è davvero un inno alla vita, al nostro corpo e sopratutto a trattarlo bene facendo movimento, a mangiare bene e sano, perché altrimenti il colesterolo si alza così come la pressione sanguigna.

cuore-6Il cuore è il grande motore della mostra. Grande come un pugno, pompa sangue incessante fino a che non ne può più. E poi gli organi in mostra:cervello, polmoni ( impressionante vedere accanto un polmone pieno di catrame di un fumatore e uno rosaceo, di uno sano), i reni così piccoli ma essenziali, le dissezioni, i vasi capillari, il cervello. Una lezione di anatomia in un’ora, insomma.

Credo che alla fine sei troppo preso dalla mostra, dal capire davvero come funziona il nostro copro ed i nostri organi che non ci fai più caso che ci sono dei cadaveri in mostra. Io ho inseguito questa mostra per diversi anni e mai e poi mai avrei creduto che sarebbe approdata a noi. Sono davvero stata contenta di andarci, è molto interessante sopratutto per chi non  è medico e quindi non gli capita davvero mai di vedere organi veri in mostra. Se poi ci mettete che io ho anche una certa passione…non potevo farmela sfuggire!

Per saperne di più sulla plastinazione consiglio di vedere qui, qui

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...