Lago delle sorgenti: una spa che non t’aspetti!

il

IMG_20160102_154211Dopo capodanno ho deciso di passare un fine settimane alle terme, come faccio abbastanza spesso. L’aria di Firenze è stata irrespirabile negli ultimi giorni dell’anno ed avevo davvero bisogno di respirare meglio. Dopo tanto vagare sul web, prima in Toscana poi tornare ad Abano e poi ritornare in Toscana mi sono ricordata che la mia amica Caterina che è piemontese mi parlava spesso delle terme di Acqui, a pochi chilometri da Ovada ed in provincia di Alessandria.

Dopo aver fatto un giro  per gli hotel e visto che tutti più o meno avevano le terme interne ho scovato il nuovissimo centro termale Il lago delle Sorgenti. Ho cominciato a leggere cosa proponevano e non ci ho pensato due volte: ho prenotato grazie anche alla convenzione con il B&B scelto, un luogo davvero delizioso a due passi dalle terme.

La spa, Lago delle sorgenti è poco fuori il centro storico di Acqui, con un ampio parcheggio ed una formula che mi è piaciuta subito. Andiamo con ordine, però.

Il percorso che si snoda in 12 tappe è molto vario e molto, molto rilassante, fidatevi.  L’entrata è in due tempi o la mattina alle 10 o alle 15 per un massimo di quattro ore. Queste due entrate fanno si che il centro una volta raggiunta la sua capacità non fa entrare più nessuno, il che obbliga le persone alla prenotazione (hanno posti liberi solo dopo il 6 gennaio). Ci si registra prima alla cassa con le gentili signorine che vi forniranno una tessera da usare all’interno della spa, sopratutto se consumate al bar. Con la card non avete bisogno di portarvi null’altro.

Vi forniscono tutto loro: ciabatte, accappatoio e telo, voi dovete solo portarvi un altro telo se volete fare la doccia lì e il costume da bagno, ovviamente.

 

Dopo la registrazione, i terapisti vi accolgono e vi danno subito una brochure con tutto il percorso e gli orari in cui si svolgono i tre rituali: Il water Qi-Gong, il rituale delle campane tibetane e l’ultimo, poco prima di lasciare la spa, il Planet Gong. Dopodiché vi indicano il vostro spogliatoio a seconda se siete da sola, in coppia o in compagnia di amiche, tutti gli spogliatoi hanno diverse capacità.

Una volta pronti, il terapista prende il primo gruppo di clienti e illustra la spa, spiega come ci si comporta, cosa si deve fare, anche se la parola d’ordine per tutti è silenzio, rilassarsi e bere molta acqua.

La piscina romana con acqua termale filtrata a 35 gradi è la prima fermata. Dopo essersi fatti una doccia ed avere trovato un lettino dove lasciare le proprie cose, ci si immerge e si viene subito a contatto con l’acqua calda (fuori c’era un tempo da lupi, quindi la sensazione è doppiamente benefica). All’ora prestabilita sulla brochure viene un terapista che solo a vederlo ti porta in un’altra dimensione. Tranquillo, pacato, con  voce ritmica ti spiega come respirare e inizia a farti fare il Thai Chi in acqua. Provate, davvero! Successivamente potete stare in piscina o nelle due vasche idromassaggio, poi è d’obbligo stare stesi sul lettino per una ventina di minuti davanti alle cascate del lago.

La terza sosta è la piscina in movimento, che altro non è che una serie di idromassaggi, sempre con acqua termale calda. Il bello viene nelle tappe successive. Al centro della spa c’è il lago delle sorgenti da cui prende il nome il centro benessere. L’acqua qui a 70 gradi e quindi è possibile solo girare intorno al camminamento per circa 3 minuti ed inalare il vapore che sgorga dalle sorgenti. Nuovamente riposo nella Gong lounge.

Il vero fiore all’occhiello però, almeno per me, era il Vulcano delle Sorgenti con acqua a 40 gradi, all’esterno della spa, molto vicino al bar. Il Vulcano delle Sorgenti è un antico rituale giapponese dove è possibile ottenere un beneficio psico fisico che non ha uguali.

Prima di immergersi in questa vasca rotonda è saggio indossare il tipico cappello Sando-Gasa per facilitare ancora di più l’inalazione del vapore. Il silenzio assoluto qui è d’obbligo. Quando fuori si sta facendo buio, la nebbia sta calando, vedere tutti questi cappelli che sembrano fluttuare nell’acqua, vi assicuro che ha davvero un effetto  Nirvana!

centro-benessere-spa

Accanto c’è la sauna finlandese (che bel calduccio!) e due vasche idromassaggio. Ho provato e sfidato il freddo per provare anche quelle!

Dopo tutto questo una sosta al bar ci vuole. Potete provare varie specialità altrimenti bere un ottimo centrifugato di frutta/verdura con zenzero per reidratarvi.

Il bagno di vapore a 40 gradi è quello che vi attende dopo con il rituale delle campane tibetane. Praticamente è una grotta naturale che funge da bagno turco con l’aggiunta del terapista che suona le campane tibetane. Attraverso le vibrazioni, ed il suono delle campane l’effetto è davvero straordinario, ti manda in un altro mondo e ti senti leggera come una piuma.

Si finisce nella Gong lounge, poco prima della fine del percorso. Un terapista invita tutti a stendersi sui lettini, non incrociare mani e gambe, chiudere gli occhi. Le vibrazioni del potente Gong tarato sulla frequenza orbitale del pianeta Plutone (essendo un oggetto sacro solo ai terapisti è riservato usarlo) insieme a suoni più leggeri riverberano nella sala facendo sì che ci si possa lasciare andare e rilassarsi del tutto.

Io ho fatto anche dei trattamenti viso e corpo fatti da una terapista bravissima, chiamato nature 1.

Sicuramente questa spa meriterebbe davvero molta più visibilità, è innovativa, non ci sono tante persone, è davvero rilassante. Purtroppo ultimamente ho sempre trovato spa dove la parola silenzio, nonostante cartelli ovunque non veniva rispettata.

Al di là del lusso che è concedersi alcune ore di benessere totale, si va alle terme anche come cura: acque, in questo caso, fanghi, suoni e luci e non è giusto che il tuo percorso venga rovinato da persone che scambiano le terme per il luna park.

Finalmente ho trovato una spa dove la tranquillità e il silenzio è d’obbligo come molte volte hanno detto i terapisti all’inizio del percorso. Ci rivedremo presto!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...